Pescecani e piraña

“Al primo tentativo fascista deve seguire rapida, secca, spietata la risposta degli operai e deve questa risposta essere tale che il ricordo ne sia tramandato fino ai pronipoti dei signori capitalisti. Alla guerra come alla guerra, e in guerra i colpi non si danno a patti.”

(Antonio Gramsci, L’Ordine Nuovo, 1921)

L’episodio dell’altro giorno ai cancelli del magazzino della filiale TNT Fedex di Tavazzano a Lodi, nel quale lavoratori in lotta sono stati aggrediti da una squadra di mazzieri usciti dall’azienda di Zampieri è un fatto di una gravità inaudita e che necessita di alcune considerazioni.

Leggi tuttoPescecani e piraña

Con Potere al Popolo verso le elezioni bolognesi

Stiamo preparando la campagna elettorale di Potere al Popolo. Sarà una campagna politica per smacherare le bugie di chi ha fino ad oggi amministrato questa città e ha allargato le esclusioni e le differenze sociali, il divario tra il centri vetrina e le periferie.

Leggi tuttoCon Potere al Popolo verso le elezioni bolognesi

Il reddito di cittadinanza e i padroncini di m…

In questi tempi post-pandemici (ma sono veramente post?), dopo aver preso ristori risibili e insufficienti, numerosi padroncini del turismo, della ristorazione e del piccolo commercio si scagliano contro il reddito di cittadinanza che, a dir loro, non incentiverebbe le persone che lo percepiscono ad andare a lavorare per loro. Si parla di camerieri, lavoranti delle pulizie, cuochi, operatori sociosanitari, personale alberghiero, e così via.

Leggi tuttoIl reddito di cittadinanza e i padroncini di m…

Basta un poco di zucchero e la pillola va giù!

Art.1 L’Italia è una Repubblica ma anche un Corsera fondata sugli investitori.
Art.2 La sovranità appartiene al popolo dello 0, 01% che la esercita manipolando il Parlamento, i partiti e la politica in generale.
Art.3 Gli interessi passivi sono a fondamento dei profitti più lucrosi e il popolo dello 0,01% esercita il diritto di usura.
Se fossimo onesti in questo paese, la Costituzioe dovrebbe recitare così.

Leggi tuttoBasta un poco di zucchero e la pillola va giù!

Che bello se fosse il vostro ultimo Natale, maiali! Happy Xmas (game is over)

Sì, sarebbe molto bello che questo letamaio che i più chiamano “società civile” scoppiasse facendo schizzare tutta la merda sui bei volti della festa perenne, nelle cittadelle del lusso. Sarebbe bello che questo fosse l’ultimo Natale per i potenti e i loro zerbini leccaculo d’ogni risma, compresi quelli che da decenni usurpano la parola “sinistra” dandogli un alone sinistro. Le immagini di questo post sono tratte dal video Happy Xmas (game is over) sull’omonimo brano di John Lennon, che potete vedere qui.

Leggi tuttoChe bello se fosse il vostro ultimo Natale, maiali! Happy Xmas (game is over)

Augias e i coccodrilli

Fa notizia questi giorni Corrado Augias che restituisce ai francesi la Legion d’Onore: l’alta onorificenza d’oltralpe con la quale Macron ha insignito quel macellaio sanguinario di Al Sisi. Lo ha fatto per un sacrosanto motivo: avere lo stesso titolo onorofico del capobanda di quella oscena e criminale congerie di torturatori e assassini, ossia i servizi di intelligence egiziani che hanno torturato e assassinato Giulio Regeni, proprio non gli va. E ha ragione.

Leggi tuttoAugias e i coccodrilli

Scusate se sono monotematico…

… ma quello che più mi fa arrabbiare è vedere che il vero scopo delle misure del governo in materia di covid19 non è quello di contenere i contagi, ma di accontentare chi ha più potere nella società facendo finta di prendere misure draconiane. Così accade che mentre i mezzi di trasporto si riempono alle sei del mattino di gente che va al lavoro, con zero controlli nei luoghi di lavoro, mentre le città si affollano di acquirenti natalizi, tra resse davanti ai negozi e “vasche” in centro città, la polizia ferma i podisti solitari al parco, multa a tutta gallara i comportamenti individuali, mentre i media colpevolizzano i cittadini, intere categorie come i giovani, quando la responsabilità è quella di un governo che ha fatto poco o nulla per potenziare la medicina di territorio, aumentare posti letto negli ospedali, assumere personale, mettere in opera misure per rendere normale l’iter per tutte le altre patologie, potenziare i trasporti pubblici.

Leggi tuttoScusate se sono monotematico…

La menzogna del MES e la favola dell’Europa

Crescono in questi giorni le pressioni del PD, LeU e Italia Viva nei confronti dei pentastellati che hanno fatto argine, una sorta di linea del Piave riguardo il MES. Ovviamente i grillini (stavolta sostenuti dallo stesso Grillo) che passano per dissidenti, quando il non al MES era nel programma del movimento, non hanno la più pallida idea di quale sia la posta in gioco. Si oscilla tra un anti-europeismo del passato e una genrica paura di indebitare il paese, leggi: le future generazioni.

Leggi tuttoLa menzogna del MES e la favola dell’Europa