Stare dentro la contraddizione

(Immagine in evidenza: Georgi Dimitrov, segretario del Komintern, l’Internazionale Comunista)

Riporto un post di Emilio Quadrelli, che tra tutte le considerazioni che ho letto in questo periodo, mi sembra la più pertinente e azzeccata riguardo l’atteggiamento che i comunisti, i leninisti, devono tenere di fronte ai movimenti di massa:

Leggi tuttoStare dentro la contraddizione

Non aver capito nulla…

Ricapitoliamo: un movimento di massa di vaste proporzioni, presente in tutto il paese, che protesta per una misura, il green pass, che viene considerata liberticida e si mette in urto con il governo Draghi, il peggior esecutivo neoliberale di sempre, in un momento politico in cui le classi dirigenti vivono una crisi politica profonda, nella quale abbiamo un astensionismo stratosferico e una composizione parlamentare che non corrisponde alla volontà elettorale. Questo è il quadro politico.

Leggi tuttoNon aver capito nulla…

Assalto fascista alla CGIL di Roma: lo condanno ma non do la mia solidarietà a Landini

La mia chiave di lettura sui fatti
Sono settimane che a Roma coccolano Forza Nuova: le forze dell’ordine l’hanno lasciata fare in lungo e in largo. E ieri FN ha trovato un’autostrada fino alla sede della CGIL e “curiosamente” sguarnita, priva di forze dell’ordine a presidiarla. Mancavano i cartelli della segnaletica. Quindi che la cosa sia stata preparata è un dato di fatto.

Leggi tuttoAssalto fascista alla CGIL di Roma: lo condanno ma non do la mia solidarietà a Landini

Elezioni comunali a Bologna: un voto importante per Potere al Popolo!

Il 5 ottobre si vota per rinnovare la giunta comunale di Bologna Città Metropolitana. Ho visto come le mie e i miei compagni si sono impegnat* con iniziative, volantinaggi, attacchinaggi, interventi nei quartieri per far conoscere Potere al Popolo! alla cittadinanza e i suoi contenuti. Ha qualcosa di straordinario e certamente queste elezioni sono servite al nostro interno per creare e rafforzare legami e organizzazione di base, che saranno utili per le future battaglie. Perché Potere al Popolo! non si ferma certo con la fine delle elezioni!

Leggi tuttoElezioni comunali a Bologna: un voto importante per Potere al Popolo!

Espropriare, nazionalizzare, pianificare

Quello che una sinistra dovrebbe fare, e ancor prima inserire in un qualsiasi suo programma sociale ed elettorale, economico e politico d’alternativa, dovrebbe avere queste tre parole come elementi suoi centrali. Il governo Draghi è il peggior governo ultraliberista che abbiamo in Italia e il suo piano concordato con l’Unione Europea per ottenere le briciole (perché tali sono…) del PPNR, è fatto di disposizioni che beneficiano i privati nella sanità, nell’edilizia scolastica, nelle opere edili e infrastrutturali, nelle politiche del Mezzogiorno. Il capitalismo ultraliberista al comando in Italia cerca di costruire una buona uscita dalla pandemia sulla pelle di milioni di proletari e delle classi popolari.

Leggi tuttoEspropriare, nazionalizzare, pianificare

Il ritorno della classe operaia?

In realtà non se ne è mai andata. Ma tra anni di macelleria sociale, precarietà, attacco ai diritti e ai salari e poi un anno e mezzo di pandemia, con lo sblocco dei licenziamenti, iniziano a esserci sempre più focolai di lotta anche aspra: dalla GNK con 422 “esuberi”, dall’Electrolux alla Whirlpool di Napoli con 340 licenziamenti all’Alitalia.

Leggi tuttoIl ritorno della classe operaia?

La campagna elettorale degli sceriffi del PD

Bologna. Una lista convoca una conferenza stampa in un luogo simbolico per la politica di speculazione edilizia perseguita dalla giunta Merola in tutti questi anni: lo stabile abbandonato delle ex-Poste di via Agucchi. Dopo poco arrivano te volanti e un’auto della Digos: uno spiegamento di forze sproporzionato neanche ci fossero scontri, azioni o chissà cos’altro. La lista è la nostra: Potere al Popolo! La polizia che attacca una lista e dei candidati regolarmente registrati per le elezioni comunali bolognesi è chiaramente al soldo dei poteri forti della città.

Leggi tuttoLa campagna elettorale degli sceriffi del PD

L’apoteosi del neoliberismo

Il Presidente del Consiglio Mario Draghi ieri è venuto a Bologna per inaugurare l’aula magna della Business School dell’Alma Mater intitolata a Beniamino Andreatta. Un gesto fortemente simbolico, sottolineato anche dalle parole di Draghi che riconosce in Andreatta il precursore delle politiche neoliberiste come l’essere stato l’ideatore della separazione tra Banca d’ Italia e Tesoro.

Leggi tuttoL’apoteosi del neoliberismo

L’onda lunga del dogmatismo che non vede i cigni neri…

Negli ultimi vent’anni sono stati due i cigni neri, ossia gli avvenimenti che hanno dato una svolta alla politica generale del capitalismo. Ed entrambi visti insieme si caratterizzano come svolta epocale: fine del liberalismo delle democrazie occidentali e inizio di un’era di totalitarismo iper-tecnologico. I due eventi sono l’11 settembre del 2001 e l’avvento della pandemia da covid-19.

Leggi tuttoL’onda lunga del dogmatismo che non vede i cigni neri…